Betty Boop è un personaggio immaginario dei cartoni animati ideato nel 1930 dall'animatore Grim Natwick e realizzato compiutamente nel 1932 ispirandosi alla cantante Helen Kane; fu protagonista di alcuni film di animazione e di una serie a fumetti degli anni trenta.[1][2][3][4][5][6] Il personaggio esordì nel cortometraggio Dizzy Dishes del 1930, prodotto dai Fleischer Studios.[7] Nel 1934 le proteste del pubblico conservatore e l'applicazione del Codice Hays costrinsero gli autori a modificarne la caratterizzazione, facendola divenire una casalinga; l'ultimo film risale al 1939 ma nonostante la breve vita, è entrato nell'immaginario della storia del fumetto e del disegno animato come massima icona della vamp degli anni ruggenti.[7] Il personaggio è stato anche oggetto di un vasto merchandising.