È il 7 novembre 1827 quando la famiglia Popple, composta da Arthur, Annie e i figli Clara di sedici anni, Ben di quindici, Kate di dieci, Lucy May di otto e Tob di due anni, sbarcano nel sud dell'Australia provenienti dall'Inghilterra, dopo un lungo viaggio di tre mesi. Sono solo pochi anni che è iniziata la colonizzazione di questo immenso territorio, e la famiglia Popple spera di farsi una nuova vita in Australia, attratta dal miraggio di terreni distribuiti gratuitamente dal governo ai coloni che ne facciano richiesta. Arthur è infatti un agricoltore e il suo sogno è quello d'impiantare una grande fattoria per poter utilizzare tecniche innovative di coltivazione e trasformarla in breve tempo in un'azienda agricola modello.